Dott.ssa Lidia Rota

Ematologia

CV

Laureata in Medicina e chirurgia, con specializzazione in Ematologia. Ha svolto per anni ricerca sull’emostasi (coagulazione del sangue ) e in particolare sulla funzione piastrinica presso il Centro A.B.Bonomi dell’Ospedale Policlinico di Milano, sotto la guida del prof Nicola Dioguardi e del prof P.M Mannucci, svolgendo contemporaneamente attività ambulatoriale per pazienti con emofilia e con piastrinopatie.
Ha attivato e gestito per anni il Centro Trombosi e Sorveglianza dei Pazienti in terapia anticoagulante/antiaggregante presso l’Ospedale san Giuseppe di Milano e presso l’Istituto Auxologico Ospedale San Luca Milano.
Nel 1996 ha creato, e gestito fino al 2017 in qualità di Responsabile, il Centro Trombosi dell’Istituto Clinico Humanitas IRCCS di Milano, mettendo in atto un sistema di collaborazione interdisciplinare con i colleghi di tutte le specializzazioni cliniche in pazienti con ictus cerebrale, infarto del miocardio, arteriopatia periferica, trombosi della retina, Tromboembolia venosa e arteriosa in pazienti oncologici, ortopedici , chirurgici, con traumi, in terapia intensiva, con patologie mediche acute e croniche , impostando e realizzando un modello di ricerca delle cause degli eventi tromboembolici dal punto di vista clinico e di impostazioni di terapie “tailored” sul singolo paziente , in particolare su pazienti complessi , ad alto rischio e con pregressi eventi multipli.
Negli ultimi 15 anni in particolare ha focalizzato la propria attività clinica e allo studio dell’assetto dell’emostasi in pazienti in gravidanza /terapia ormonale/ candidate a PMA Procreazione Medicalmente Assistita a rischio particolarmente elevato di eventi tromboembolici per assetto trombofilico su basi genetiche e/o acquisite.
Autore di numerosi studi clinici interdisciplinari nel campo della Trombosi e relatore a numerosi congressi in tutte le specialità mediche e chirurgiche con l’obiettivo di sensibilizzare i colleghi specialisti sull’importanza della valutazione del singolo paziente colpito o a rischio di eventi tromboembolici in tutti i distretti dell’organismo
Nel 1987 ha fondato ALT Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle Malattie cardio e cerebrovascolari ONLUS , della quale e’ tuttora presidente ( www.trombosi.org), dedicata non solo al finanziamento della ricerca interdisciplinare nel campo della Trombosi ma anche e soprattutto all’educazione della popolazione su che cosa significa trombosi, quali malattie causa, quali sono i sintomi, in quali distretti si manifesta , chi è più a rischio , come si fa la diagnosi e come si curano i singoli pazienti, al di la’ delle linee guida standard: perchè un paziente ben informato è capace di comprendere anche concetti complessi e di farli suoi , diventando un paziente ligio nel quale la cura ha maggiori probabilità di successo, e perchè l’identificazione precoce delle caratteristiche genetiche e/o funzionali del sistema della coagulazione del sangue permette non solo di curare ogni paziente in modo appropriato ma anche di prevenire futuri eventi nei discendenti.

Aree di interesse

  • Emostasi
  • Trombosi
  • Prevenzione Cardiovascolare
  • Emostasi in pazienti in gravidanza e terapia ormonale